Posts Tagged 'politica'

Brevissime (e superficiali) sulle novità politiche di questi giorni

Il mondo politico italiano è in pieno fermento. Udita la parola “elezioni”, tutti, come formichine impazzite, cercano di trovare la propria briciola da portare al salvo nella tana. Chi sono queste formichine?

La neonata Rosa Bianca: ecco chi ha capito la vera necessità del Paese. Un vuoto da colmare con un partitino in più.

Tra l’altro, esiste già una Rosa bianca, associazione di cultura e impegno politico ispirata all’esperienza tedesca di un gruppo di studenti che si sono opposti in modo non violento al nazismo. Così come esiste-va la Rosa nel Pugno. La fantasia non è una dote così ricercata in ambito politico.

Ferrara e la lista per la vita per una moratoria sull’aborto: Radicali, aiuto! Invece della lista per la vita, non farebbe meglio a pensare al suo giro-vita?

Daniela Santachè candidata premier con La Destra: e Briatore ce lo troviamo ministro del tesoro?

Il PD e il suo motto made in Usa: il trionfo della creatività. “Si può fare”… anche di meglio.

La discesa in campo di Forza Nuova guidata da Roberto Fiore: sentivamo il bisogno di un altro politico che avesse problemi con la legalità. Ma non era vietato il costituirsi di partiti neo-fascisti?

Al momento non mi viene in mente nessuna recente uscita singolare di Berlusconi ma, non temete, arriveranno.

L’inciviltà bipartisan di una classe dirigente da licenziare (con giusta causa)

Chi se lo fosse perso, può ammirare sul Corriere il video dell’odierna rissa avvenuta in Senato, con tanto di insulti, corna, sputi, grida, mani alzate. Scene di tale incivilità sono pari soltanto a quelle provenienti periodicamente dai campi da calcio.

Tralasciando le divisioni di schieramento, mi chiedo: questi signori così garbati e civili ci rappresentano??? Questi signori così distinti si sono forse – da tempo – dimenticati di essere i nostri dipendenti. Eh sì. Perchè siamo noi a “sceglierli” e a pagarli. Vi sembrano lavoratori che si prodigano per il bene pubblico, per risolvere i problemi di noi cittadini? LICENZIAMOLI! Basta!

Se questi sono i nostri rappresentanti, preferisco l’autogestione.