Posts Tagged 'xfiles'

L’amore tra Mulder e Scully… sorprendentemente linkato da Corriere.it

Due notizie in un articolo. Parlo del pezzo “X-Files, tra Mulder e Scully è passione” sulla prima pagina di Corriere.it. La prima notizia è la prossima uscita del secondo film tratto dalla serie televisiva X-Files, nel quale i due protagonisti, Fox Mulder e Dana Scully (interpretati dai due attori storici, David Duchovny e Gillian Anderson), si arrenderebbero alla passione, dopo le castissime nove stagioni della serie tv. 

Forse, i fans che rimanevano incollati alla tv – anche – nella speranza di un tiepido bacio tra i due – ero tra questi –  potranno tirare un sospiro di sollievo. Dico forse perchè la notizia sopra riportata è soltanto una voce di corridoio proveniente, secondo questo X-Files Italian fansite, da una fonte inattendibile. Lo scopriremo solo vivendo… io continuo a sperarci!

L’altra notizia è invece legata alla strategia comunicativa di Corriere.it che, come quasi tutti i suoi simili, non ha mai brillato di generosità in quanto a link esterni. E invece, udite udite, è spuntato un link! Anzi due – anche se rimandano entrambi alla stessa pagina… sigh. Per la cronaca, è lui il link di cui si parla. 

Proprio qualche giorno fa Corriere.it aveva ricevuto una strigliata dai blogger per una mancata citazione di un autore di opere grafiche. La vicenda (per la sintesi rimando all’articolo di Antonio Sofi) aveva indotto il direttore del giornale Marco Pratellesi ad ammettere pubblicamente le proprie colpe nel suo blog. Che questi due neonati link gemelli siano quindi i primi segnali incoraggianti dopo la scomoda vicenda?

In tutti i casi, sembra che la redazione debba ancora prendere la mano con questa nuova pratica di linkaggio, visto che il collegamento presente nell’articolo non è un permalink  indirizzato direttamente al pezzo di cui si parla, ma rimanda alla home del blog nel quale è ospitato. Che dire, cerchiamo di non fare troppi gli schizzinosi e accontentiamoci dei due link esterni gemelli, nella speranza che sia un primo passo verso l’adozione da parte dei giornali online di una logica meno autoreferenziale, più aperta verso le risorse esterne e adeguata al mondo del web.

Annunci

Reality marziani: la pupa e il… roccione

Avvistata ipotetica creatura extra-terrestre su Marte. Gli ingredienti per un reality che si rispetta ci sono tutti:

  1. l’occhio del “grande fratello”: la sonda Spirit della Nasa che ha scattato le immagini sul pianeta rosso;
  2. la risonanza dovuta alla copertura mediatica: in Italia è il Corriere ad anticipare la notizia;
  3. la presenza di una pupa, la cui unica caratteristica davvero interessante è il corpo: un’aggraziata figura femminile sul suolo di Marte;
  4. infine, il secchione che in questo caso è solo un roccione.

Peccato sia proprio il roccione a distruggere l’impalcatura di questa storia “verosimile”. Una vicenda che riaccende i riflettori sull’ipotesi dell’esistenza di vita su Marte. A chi non bastasse il buon senso, viene in aiuto l’ “acchiappa-bufale” per eccellenza, Paolo Attivissimo, che nel suo blog infrange ancora una volta il sogno dei tanti cacciatori d’ufo sparsi per il mondo.

marzianina.jpg

La romantica pupa verde dalle sembianze di Sirenetta altro non è che una banale roccia scolpita dal vento, alta la bellezza di cinque centimetri (lo riferisce la Nasa su CBS News). Vista l’alta notiziabilità della vicenda, se ne parla molto nei meandri della blogosfera. Alcuni webnauti si dilettano in libere interpretazioni all’immagine; un commentatore di questo post sostiene ad esempio di vederci Prodi intento a pregare.

Peccato che la morale di questa storia sia, ancora una volta, la battaglia contro la “mala informazione”. Il titolo e l’occhiello dell’autorevole Corriere ci inducono a pensare che la storia sia verosimile: “C’è vista su Marte? Ufologi in tilt”. E ancora: “Probabilmente è un effetto ottico, ma sembra una statuina verde femminile a mani giunte inginocchiata”. Queste parole la pulce nell’orecchio la mettono…

Tralasciando però le polemiche sulla copertura giornalistica, viene da chiedersi perchè l’argomento della vita extra-terrestre desti così tanta attenzione (tra le tonnellate di byte dedicate a questo tema, segnalo “Ufo Maps“, la google map degli avvistamenti Ufo made in Usa!). Penso che si affronti questo argomento con un misto di paura/curiosità – due chiavi strategiche altamente comunicative-, la stessa reazione causata da tutto ciò che è diverso, Altro da noi. La teoria del complotto e la ricerca di capire cosa “sta sotto” l’apparenza delle cose e cosa i governi tacciono ai cittadini è senz’altro un poster_xfiles.jpgaltro pilastro che sorregge la credenza negli extra-terrestri. Infine, resta la banale volontà di credere, resa forse ancora più acuta da una società sempre più secolarizzata.

 “I want to believe”, si legge sul poster appeso nell’ufficio di Fox Mulder, protagonista della serie televisiva X-Files. “I want to believe”, si legge su una copia di quel poster appesa nella camera della sottoscritta. Vi sembro contraddittoria? Boh. Ogni tanto dobbiamo anche credere, non soltanto capire.